Detrazione 2019 per impianti Domotici

Il bonus domotica è una delle misure di AGEVOLAZIONE FISCALE presenti nell’Ecobonus 2019,  legge di bilancio 2019, che permette detrazioni fiscali del 65% della spesa sostenuta sia su impianti di NUOVA realizzazionie sia su interventi eseguiti per migliorare impianti esistenti.

Il bonus domotica consente di SCARICARE PARTE DELLE SPESE SOSTENUTE PER L’ACQUISTO DI DISPOSITIVI SMART (non tutti), per la loro installazione e per la progettazione degli impianti. L’obiettivo della misura erogata dal Governo è quello di favorire la realizzazione d’impianti domotici agevolando la riduzione dei consumi energetici domestici sia nelle nuove abitazioni sia nelle esistenti..

COME FUNZIONA IL BONUS DOMOTICA 2019

cosa si può acquistare e chi può richiedere le agevolazioni.

COME FUNZIONA?
Il bonus domotica 2019 si concretizza in uno sgravio fiscale che consente di detrarre dalla dichiarazione IRPEF o IRES il 65% delle spese sostenute per l’acquisto, installazione e progettazione degli impianti domotici domestici.
Come tutti gli interventi previsti nell’ecobonus 2019, per poter usufruire delle agevolazioni fiscali sarà necessario specificare nella  fattura o ricevuta fiscale la natura dell’intervento, il nome e codice fiscale della persona che godrà dello sgravio e realizzare il pagamento nell’unico metodo accettato che è il bonifico / bancario sia postale ma anche fatto online.
Per poter usufruire del bonus sarà sufficiente allegare alla dichiarazione dei redditi come modello Unico o 730 (non fa differenza) e tutta la documentazione attestante l’intervento. Il bonus verrà diviso in 10 rate annuali di pari importo.

COSA POSSIAMO ACQUISTARE?

Il bonus domotica 2019 non riguarda tutti i dispositivi domotici oggi in commercio. In particolare, è possibile detrarre dalla dichiarazione IRPEF solamente quegli strumenti che consentano di abbattere i consumi energetici dell’abitazione e, in questo modo, risparmiare sulla bolletta della corrente e del gas specificato nella guida sull’Ecobonus 2019 realizzata dall’Agenzia delle Entrate.

Gli interventi ammessi riguardano i “dispositivi multimediali per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento, produzione di acqua calda o climatizzazione dell’abitazione, per aumentare la consapevolezza dei consumi energetici da parte degli utenti ed a garantire un funzionamento più efficiente e rivolto al risparmio degli impianti.

 

 

Possono usufruire del bonus con lo sgravio fiscale del 65%:

Persone fisiche come i titolari di un diritto reale sull’immobile; i condomini per le parti in comune dell’immobile, gli inquilini, chi ha in comodato d’uso un immobile
Contribuenti come persone fisiche, società di persone, società di capitali
Associazioni tra professionisti
Enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

Si consiglia un approfondimento da parte del proprio commercialista.

Valutazioni preventivi gratuite

Sicurezza sempre al 100%

 Da Oggi
Acquista a Riscatto il tuo impianto di Sicurezza 
Allarme – Videosorveglianza – Antincendio 
Con un piccolo costo di partenza realizziamo
La  TUA  SICUREZZA  a  partire  da 
150 €  al  mese*
gestione, manutenzione e funzionamento sempre al 100% del tuo nuovo
IMPIANTO DI SICUREZZA
Allarmi – Antincendio – VideoSorveglianza
 

* Chiedi Informazioni

 

Zanotti Impianti

IVA al 22%

La ditta Zanotti Impianti di Zanotti Aldo continua il suo impegno nell’assorbimento della maggiorazione sull’IVA mantenendo il suo peso al 20 %

Assistenza Allarmi

La manutenzione dei vari impianti di ALLARME sono indispensabili per garantire la sicurezza delle Vostre abitazioni e di coloro che sono all’interno, del prorio negozio o della propria azzienda. In un periodo come questo dove i ladri non si fanno più problemi ad attuare le loro intenzioni a qualsiasi ora del Giorno e della Notte realizzare un impianto di Allarme o Mantenere in BUONE condizioni quello esistente è diventata una priorità per la sicurezza e la serenità.
Possiamo realizzare preventivi per la manutenzione a chiamata o a pacchetti annuali e proporre Nuovi impianti con preventivazione gratuita.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Manutenzione impianti rivelazione fumi

La manutenzione degli impianti di rilevazione fumi è obbligatoria secondo il D.M. del 10 marzo 98.

La manutenzione degli impianti di rilevazione dei fumi viene eseguita seguendo la norma specifica riguardante la rilevazione elettronica di incendio: UNI 11224.

La manutenzione degli impianti deve essere svolta semestralmente e consiste in:

controllo e verifica dell’efficienza delle linee dell’impianto;
verifica funzionamento del 100% degli apparecchi rilevatori e di seganlazione.
pulizia degli apparecchi rilevatori se necessario;
verifica efficienza delle schede di uscita della centrale di gestione con relativa prova delle attivazioni (campane, sirene, magneti,…);
verifica dell’efficienza delle attuazioni automatiche in campo (impianti di spegnimento,…);
controllo delle alimentazioni ausiliarie con relativa verifica efficienza carica batterie;
verifica che i dispositivi di attivazione manuale siano immediatamente utilizzabili e l’accesso agli stessi sia libero da ostacoli;
se il sistema è collegato a una stazione centrale di allarme remota, notificare alla stazione che si procederà alla esecuzione di prove del sistema antincendio e che non è necessaria una reazione di emergenza;
verifica dei sistemi di blocco (es. blocco di ventilazione ecc.).
verifica che i dispositivi di attivazione manuale siano immediatamente utilizzabili e l’accesso agli stessi sia libero da ostacoli;

Normativa installazione impianti fotovoltaici

Impianto fotovoltaico, pannelli solari

Di seguito la normativa per l’installazione di impianti fotovoltaici (pannelli solari, etc…).
Secondo I’art. 1. comma 350 della legge 27/12/2006 n. 296 (legge finanziaria 2007), deve essere aggiunto all’art.4 – Regolamenti edilizi comunali • del DPR 380/01 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia il seguente comma:
-1.bis • Nel regolamento di cui al comma 1, ai fini del rilascio del permesso d castruire, deve essere. prevista l’installazione di pannelli fotovoltaici per fa produzione di energia elettrica per gli edifici di nuova costruzione,
in modo tale da garantire una produzione energetica non inferiore a 0,2 kW per ogni unità abitativa”.
Quanta di seguito indicato discende dall’articolo di legge suindicato e sembra configurare una
sua corretta applicazione.
1-I destinatari dell’obbligo di cui sopra sono i Comuni e non direttamente il costruttore di un nuovo
edificio.
2-I Comuni devono adeguare il loro regolamento edilizio. in modo che per ottenere il permesso di costruire
bisogna prevedere nel progetto l’installazione di pannelli fotovoltaici nella misura suindicata.
3-Finché il Comune non cambia il regolamento edilizio e rilascia permessi di costruire senza l’obbligo
di installare pannell fotovoltaici, il costruttore non ha alcun obbligo di installare i pannelli stessi.
Nota: In tal caso è inadempiente il Comune. non il costruttore dell’edificio.
4-L’obbligo riguarda gli edifici di nuova costruzione che contengono unità abitative (unità immobiliari
destinate ad abitazione).
Nota: L’obbligo riguarda non solo g1i edifici civili, ma tutti gli edifici che contengono unità abitative.
5-Un edificio industriale 0 terziario con almeno una unità abitativa, ad esempio per il custode, è soggetto
all’obbligo in questione.
Nota: Sembra una esagerazione ma questa è scritto nella legge.
6-I pannelli fotovoltaici devono avere una potenza nominale di almeno 200 W per ogni unità abitativa
compresa nell’edificio di nuova costruzione.
Nota: In un edificio di civile abitazione sono soggette all’obbligo in questione solo le unità immobiliari adibite ad abitazione
e non quelle destinate ad altri usi (negozi, depositi, laboratori, ecc.).
7-L’obbligo in questione è assolto in un condominio, che ha n unità abitativa, se vengono installati
pannelli fotovoltaici che alimentano i servizi condominiali per una potenza di n x 0,2 kW.
8-Nulla cambia se tale potenza e installata da un singolo condOmino, il quale si impegni ad assolvere
questa obbligo per conto degli altri n•1 condòmini.
9-L’impianto fotovoltaico non deve essere necesseriarnente collegeto in rete, può essere in isola. Tra
l’altro, la potenza minima per collegarsi in rete è di 0,75 kW.
10-Possono accedere alle tariffe incentivanti solo gli impianti di potenza minima di 1 kW che entrano in
eSercizio prima del 31/12/2010, come disposto daI DM 19/2/07, art. 4, comma 2 e art. 6, comma 2.
Nota: Nella costruzione di una villetta conviene prevedere un impianto con potenza di almeno 1 KW colelgato alla rete per lo scambio di energia sul posto.

Impianti elettrici civili

IMPIANTI CIVILI
Impianti elettrici realizzati in appartamenti, ville, negozi, ristoranti, condomini, etc., secondo normativa 37/08 e varianti completa di tutte le documentazioni.
Progetti per impianti elettrici civili richiesti secondo la normativa da noi realizzati sino ad una potenza non superiore a 6 kw ed una metratura per abitazioni sino a 400 mq mentre per negozi 200 mq.
• Impianti automazione persiane, porte, tapparelle…
• Impianti aspirazione centralizzata
• Impianti Domotica
• Impianti per risparmio energetico
• Impianto Citofonico, video-citofonico, video-cito-telefonico
• Impianto TV satellitare
• Filo diffusione
• Video sorveglianza circuito chiuso
• Impianti aria condizionata
• Impianti di illuminazione interna ed esterna
• Impianti messa a terra

Contatta l’elettricista di Tortona, Alessandria, Piemonte

Casa dalla A alla Z

Casa dalla A alla Z
Nel 2010 nasce una colaborazione d’imprese realizzata per poter offrire un pacchetto chiavi in mano per la realizzazione di qualsiasi tipologia di lavori/interventi sino alla completa realizzazione di nuove costruzioni. Questo cammino ci da la possibilità di realizzare qualsiasi progetto partendo dai piccoli interventi, anche quelli quotidiani, a quelli importanti.
Abbiamo la possibilità di realizzare la costruzione della nuova abitazione a pacchetto completo, partendo dalla realizzazione del progetto edile e dei progeti impiantistici passando dalla vera realizzazione strutturale – impiantistica – decorativa sino alla consegna del prodotto finito e completo di tutta la sua parte burocratica.
Possiamo dotare ogni abitazione di tutti i confort e del tipo di sicurezza richiesta e se necessario abbiamo la possibilità di fare risparmiare ed anche guadeagnare realizzando impianti a pannelli solari fotovoltaci chiavi in mano con valutazione di fattibilità e di convenienza.